Ecopolis: chiusa la terza edizione


Alla Fiera di Roma si è discusso sullo stato attuale e le prospettive future per la città sostenibile Roma, 25 marzo 2011 - Si è chiusa oggi con la cerimonia di assegnazione del Premio Impresa Ambienta la terza edizione di Ecopolis, che dal 23 al 25 marzo ha portato a Roma gli esperti dei settori mobilità, energia e pianificazione urbanistica per un confronto sui temi della sostenibilità e dell’applicabilità e la diffusione di buone pratiche per la pianificazione di uno sviluppo sostenibile in ambiente urbano.

Al centro di quest’ultima giornata di lavori i “Racconti d’impresa”, le migliori esperienze aziendali che hanno fatto della sostenibilità una delle leve principali per la competitività del proprio business, dimostrando sul campo che un approccio sostenibile a supporto dello sviluppo dei piani aziendali non costituisce solamente un obbligo di responsabilità sociale d’impresa, ma uno strumento in grado di produrre profitto.

A raccontare le proprie esperienze dal palco di Ecopolis, si sono avvicendati i responsabili di Terna, che ha presentato il progetto ‘Nidi sui tralicci’, grazie al quale sono stati posizionati oltre 500 nidi artificiali per la nidificazione dei rapaci in diverse regioni italiane.

Intesa Sanpaolo ha illustrato il progetto formativo “Ambientiamo”, un percorso crossmediale a tappe rivolto a tutte le persone di Intesa Sanpaolo. Il progetto ha l’obiettivo di rafforzare la cultura ambientale nel gruppo, accrescere la consapevolezza degli effetti che le azioni di tutti i giorni hanno sull’ambiente e creare una piattaforma permanente di formazione sull’ambiente.

Acea ha raccontato l’impegno a 360 gradi dell’azienda che rappresenta uno dei ‘colossi nazionali’ in diversi ambiti: prima nel settore idrico per abitanti serviti (8 milioni), terza utility per l’energia e quinta per rifiuti trattati. Infine, Silvio Gentile, Amministratore Delegato di Green Utility, ha invece raccontato la propria storia di ‘giovane imprenditore’, partito nel 2007 e cresciuto in fretta proprio grazie alla green economy, tanto da aver ricevuto proprio oggi la medaglia della Presidenza della Repubblica per l’impegno e le innovazioni nel settore e lanciate durante la manifestazione Ecopolis.

In occasione dell’apertura delle tre giornate Fiera Roma ha infatti presentato il Progetto SEM – Solar Energy Mobility (in collaborazione con Enel e Green Utility): il nuovo sistema di mobilità sostenibile che – unito al tetto fotovoltaico tra i più grandi d’Italia, contribuirà a fare di quello romano uno dei poli fieristici più all’avanguardia in Europa per la sostenibilità.

Anche per questa edizione, Ecopolis ha ospitato il Premio Impresa Ambiente, il più alto riconoscimento italiano per le imprese che si siano distinte in un’ottica di sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e responsabilità sociale.

Il premio ha visto candidate più di 160 imprese nelle quattro categorie: gestione, prodotto, processo/tecnologia e cooperazione internazionale. Le aziende vincitrici, selezionate da una giuria composta da rappresentanti del mondo della ricerca, dell’impresa e delle Istituzioni, avranno inoltre accesso all’European Business Awards for the Environment: il riconoscimento promosso dalla Commissione Europea (DG Ambiente).

Nella categoria gestione il premio è andato ad Abbott Srl, per la capacità di integrare le problematiche ambientali con quelle della salute e della sicurezza nel lavoro in un’azienda di grandi dimensioni.

Per la categoria prodotto, la giuria ha premiato la Miko Srl, un’azienda tessile di Gorizia, per l’utilizzo di un innovativo processo di recupero del poliestere, prodotto sulla base di materiali riciclati da fibre sintetiche (chemical-recycled process).

La I.R.B. SpA di Altavilla Vicentina ha ricevuto il premio per la categoria Innovazione di Processo/Tecnologia, grazie a HTN, un interessante processo di bio-coltura su larga scala di cellule vegetali non Ogm, destinate alla produzione di estratti vegetali per l’utilizzo in diversi settori industriali.

Nella categoria Cooperazione Internazionale, il premio è andato a Terna Spa di Roma, per il progetto in collaborazione con la Ong-Cooperativa Coopi, grazie al quale è stato possibile ammodernare una vecchia e inefficiente linea elettrica di collegamento tra due piccole città boliviane.

Inoltre Terna ha integrato al progetto un programma di formazione professionale per la manodopera locale, oggi in grado di svolgere tutte le attività di manutenzione e di diffondere l’iniziativa in altre realtà boliviane.

Il premio ha inoltre assegnato un particolare riconoscimento per il miglior Giovane Imprenditore per l’Ambiente (under-40), andato a Giovanni Mezzelani per Ecowash, un ingegnoso dispositivo per il risparmio energetico per uso domestico.

Per informazioni:

Ufficio Stampa Ecopolis a cura di GMPRgroup: Tel.: +39.051.2913911 Patrizia Semeraro E-mail: [email protected] mob: +39.347.6867620

Leonardo Dell’Acqua E–mail: [email protected] mob: +39.329.5338399

Ufficio Stampa Premio Impresa Ambiente C.C.I.A.A. Roma Azienda speciale Asset Camera Massimo Piagnani Tel.: +39.06.6781178 E-mail: m.piag[email protected]


comments powered by Disqus